Press "Enter" to skip to content

Risparmiare con l’aria condizionata

Si discute sempre sulle varie modalità per risparmiare sul riscaldamento, ma difficilmente si pensa a come risparmiare con il condizionatore. Premesso che anche questo ha dei costi e dei consumi visto che va ad energia elettrica, vediamo cosa fare per alleggerire le bollette estive.

Caldo afoso in arrivo

Certo, parlare di caldo in questo periodo è un po’ assurdo, ma per prepararsi a ridurre i costi non è mai troppo presto. Nelle isole la bella stagione arriva presto, ad aprile si va già al mare e il caldo torrido fa presto a fare al sua comparsa. Tutti incominciano a smaniare per le alte temperature e cercano refrigerio. Certo, c’è da distinguere il caldo siciliano da quello di altre zone. In Sicilia il clima è asciutto e sempre leggermente ventilato così anche 40° sono sopportabili, mentre altrove l’umidità  toglie il respiro e con 32°  sembra di essere in un forno a vapore.

Ovviamente, in Sicilia, basterà tenere chiuse le finestre nelle ore più calde e accendere dei ventilatori, col calare della sera, grazie al venticello, basterà spalancare tutte le finestre e una rosa dei venti rinfrescherà ogni pertugio. Dov’è indispensabile il condizionatore, per non svenarsi in bollette, si devono prendere alcune precauzioni.

Per incominciare si deve scegliere un condizionatore di classe energetica A++  e valutare l’isolamento dell’abitazione. Così come in inverno per non disperdere calore, gli infissi sono importanti anche in estate, per non far entrare calore. Il materiale più adatto e versatile, al giorno d‘oggi lo potete trovare in infissi in pvc Roma. come potete vedere il PVC, oltre a essere più economico rispetto ad altri materiali, offre una gamma di qualità non comuni ad altri.

Come installare e usare un condizionatore

Ovviamente non è possibile rinfrescare tutta casa, a meno che non facciate montare un split in ogni ambiente, ma sarebbe un po’ assurdo, quindi è bene valutare la potenza del condizionatore e scegliere dove posizionare gli split. In genere si installa in zona notte, in modo da permettere un buon riposo grazie all’aria più asciutta e fresca.

Per il proprio benessere è bene puntare il condizionatore a 6/7 gradi in meno dell’esterno, in modo che all’uscita il fisico non subisca uno shock termico. Se la temperatura esterna è sotto i 32° spesso basta mettere il condizionatore in funzione deumidificazione per rendere l’ambiente più gradevole. In questo modo i consumi saranno notevolmente ridotti e, di conseguenza, anche i costi.

Be First to Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *