Riscossione diretta Tosap e imposta pubblicità

ritratto di Staff
Versione stampabile

IL CONSIGLIO COMUNALE DI CEFALU’

In ordine al punto “Riscossione Tosap e imposta pubblicità a seguito della chiusura della società Tributi Italia. -determinazioni

premesso

che da qualche mese è cessata l’attività della società Tributi Italia S.p.A, che ha curato la gestione del servizio relativo all’imposta di pubblicità e pubbliche affissioni nonché il servizio relativo alla riscossione della tassa per occupazione spazi pubblici;

che la stessa società non ha versato somme dovute all’Ente per oltre centomila euro;

Considerato

Che appare necessario assumere ogni idonea iniziativa volta a consentire la disdetta delle convenzioni nonché l’acquisizione della documentazione riguardante la gestione, ivi comprese le banche dati informatiche ;
Richiamata

la deliberazione del consiglio comunale N°5 dell’ 8/01/2003, con la quale si è stabilito di effettuare in proprio la riscossione dei tributi locali “utilizzando al meglio le potenzialità e le capacità del personale in servizio nel nostro Comune” indirizzando nel contempo “l’Amministrazione a creare l’Ufficio unico delle Entrate comunali”;

Impegna

L’Amministrazione Comunale:

1)A promuovere la risoluzione delle convenzioni nonché tutti gli adempimenti seguendo la procedura prevista dalla Circolare 3/DF del Ministero dell’Economia e delle Finanze;
2) A procedere alla gestione diretta del servizio di riscossione Tosap e imposta pubblicità, affidando la responsabilità, secondo quanto previsto dall’art.11 del Decreto Legislativo 15/11/1993 N°507, al Responsabile del Servizio Tributi, il cui nominativo deve essere comunicato alla Direzione Centrale per la fiscalità locale del Ministero delle Finanze;
3)A creare l’Ufficio unico delle Entrate, con il potenziamento della struttura in atto esistente, assicurando al personale precario l’integrazione oraria per tutto l’anno, compatibilmente con le risorse del bilancio.

Votato da 14 consiglieri con l'astensione di Scialabba e il voto contrario di Sideli.

Cefalù,29/04/2010