Isole Eolie: quale scegliere per le vacanze?

Le isole Eolie sono tra le mete turistiche in assoluto più ambite, soprattutto nella stagione estiva. Si tratta di sette isole di origine vulcanica, dichiarate patrimonio dell’UNESCO, che si trovano nel Mar Tirreno, a nord della Sicilia: Alicudi, Filicudi, Lipari, Panarea, Salina, Stromboli e Vulcano.
Se anche voi rientrate tra coloro che intendono godersi le ferie estive nelle Eolie e apprezzare la limpidezza delle acque del Tirreno o semplicemente fare una piacevole escursione, ve le presentiamo per aiutarvi nella scelta per le vostre vacanze.

Premettiamo che, a nostro giudizio, tutte e sette le isole meritano una visita approfondita, in quanto assai diverse: se preferite trascorrere una vacanza lontano dallo stress della vita lavorativa, Salina fa al caso vostro, trattandosi dell’isola più tranquilla, fra le sette; se invece amate la vita mondana, a Panarea troverete pane per i vostri denti. Lipari, invece, ha tutte le connotazioni tipiche di una città, mentre Alicudi ha un aspetto campestre.
Per passare momenti indimenticabili, vi segnaliamo cosa di bello potrete trovare.

Alicudi

Con quello spirito selvaggio, tipicamente isolano, Alicudi si conferma una meta turistica dove la natura domina incontaminata. In primo luogo, di strade carrabili non se ne vede manco l’ombra. Se la visiterete, siate consci che dovrete spostarvi a piedi tramite le mulattiere. Inoltre, la struttura morfologica dell’isola non lascia spazio alla costruzione di case ed edifici. Le poche case presenti ad Alicudi sono tutte in classico stile eoliano.
Incantevoli sono poi i sentieri che dal porto conducono al centro, dove potete ammirare castagni e tigli che lasciano nell’aria profumi inconfondibili. In questi sentieri, si è soliti spostarsi con gli asini, cosa assai caratteristica.

Due negozi alimentari, una struttura alberghiera e totale assenza di illuminazione pubblica. Ad Alicudi, oltre al dominio incontrastato della natura, viene fuori anche quello della quiete. Il massimo, se auspicate a vacanze ristoratrici per ritrovare voi stessi e nuove energie.

Filicudi

Delle Eolie è l’isola con le acque più pulite e con il maggior numero di punti panoramici, come ad esempio il Monte Fossa delle Felci, il promontorio di Capo Graziano e il paesino fantasma di Zucca Grande. Anche qui la natura domina incontrastata. Basti pensare che c’è solamente una strada asfaltata che è connessa ai borghi locali. Per il resto, come ad Alicudi, Filicudi è attraversata da vecchie mulattiere.

Lipari

L’isola più grande delle Eolie, è affollata anche nella stagione invernale. I suoi paesaggi naturali sapranno catturare la vostra attenzione. La parte storica e culturale, tutta incentrata attorno al Castello e alla sua cinta muraria, vi lascerà splendidi ricordi. Tra il Museo Archeologico Eoliano e la Cattedrale di San Bartolomeo, in quanto a bellezze, c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Se amate fare shopping, impossibile fare a meno di citare i numerosi negozietti di Piazza Vittorio Emanuele. Infine, il punto di incontro per i giovani è la piazzetta di Marina Corta.
Menzione speciale per gli innumerevoli sentieri di campagna, dominati da scenari naturali incontaminati, e per la spiaggia di Acquacalda che può contare sulla cornice della montagna di pomice della Papesca.

Insomma, se appartenete alla categoria di persone che anche in piena estate non intendono fare a meno di avere una vita particolarmente movimentata e avete a cuore lo splendore delle acque marine, Lipari vi piacerà moltissimo.

Panarea

Piccola, esclusiva, antica e movimentata. Questi sono gli aggettivi che Panarea ha in più rispetto alle altre sei isole delle Eolie. Se, infatti, a luglio e ad agosto, da anni è una delle mete maggiormente ambite dai turisti di tutto il mondo, beh, c’è più di un motivo.
Ma Panarea non è soltanto mondanità, ma anche natura. Gli isolotti rocciosi, le case imbiancate, gli ibiscus e le bouganville che dominano i sentieri intricati sono davvero belli a vedersi.

Un’isola selvaggia e modaiola allo stesso tempo. La Baia di Cala degli Zimmari si conferma come uno dei posti più suggestivi dell’intera Sicilia. Lo stesso dicasi per la spiaggia della Calcarea, imperdibile se nutrite interesse per i fenomeni vulcanici delle fumarole.
Se amate gli aperitivi in terrazza, i party in barca e le feste all’aperto, una vacanza a Panarea dovete per forza di cose trascorrerla.

Salina

Un’isola a dir poco incantevole, ricca di profumi, di colori e di splendidi paesaggi rigorosamente verdi. Non a caso, Salina è, nell’arcipelago delle Eolie, l’isola verde per antonomasia. Se amate la buona cucina e il buon vino, qui potrete assaggiare i migliori capperi e la migliore malvasia che Guy de Maupassant definiva come il vino dei vulcani.

Ma cos’ha di tanto speciale Salina? È un’isola i cui protagonisti sono i villaggi dei pescatori, piena di case colorate che lasciano un segno distintivo nelle menti dei turisti anche ad anni di distanza dalla loro ultima visita. Alcune scene del film Il Postino di Massimo Troisi, non a caso, furono girate qui. Molto bello è il centro di Salina, Santa Marina. Qui si trovano la chiesa e via Risorgimento, nota per le sue botteghe a carattere artigianale.

Davvero incantevoli sono le grotte scavate nel tufo. Infine, la baia che scende verso il promontorio forato dal mare, il Perciato, è uno dei punti di maggiore interesse per i turisti. Insomma, Salina si conferma l’isola delle Eolie ideale per vacanze tranquille.

Stromboli

L’isola è dominata dal vulcano che talvolta fa avvertire la sua presenza eruttando cenere, lapilli e lava incandescente. Due volte al giorno, all’alba e al tramonto, vengono organizzate dalle guide le escursioni per scalare il vulcano, con la possibilità di noleggiare a basso costo l’attrezzatura da trekking.
Molto caratteristico è il porto di Scari. Se passate da queste parti, una visita al borgo di Ginostra, raggiungibile solo in barca, che conta grosso modo una ventina di abitanti, e la Chiesa di San Vincenzo, la meritano davvero. Se amate le escursioni, Vulcano fa proprio al caso vostro.

Vulcano

L’isola di fuoco, come la ribattezzavano gli antichi Greci, in quanto sostenevano che le fucine del dio Efesto avessero qui la sede. Quest’isola vulcanica ha oltre 100.000 anni dalla sua e per questo motivo presenta bellezze imperiture. Se ai fanghi e alle acque delle sorgenti termali non sapete dire di no, quelle di Vulcano apportano benefici e hanno proprietà terapeutiche uniche.

In definitiva, le isole Eolie sono paragonabili a schegge di pietre azzurre che emergono dal fondo del mare. Posti dove mito e storia si fondono. Tra villaggi preistorici, vulcani fumanti ed escursioni in barca, c’è davvero molto da fare.

Come raggiungere le isole Eolie?

Traghetti e aliscafi da Napoli, precisamente dal porto di Mergellina con traghetti-napoli.net, vi consentono di raggiungere le Isole Eolie. La partenza è alle 14:30, l’arrivo è alle 19:00 a Stromboli, alle 19:35 a Panarea, alle 20:05 a Salina, alle 20:40 a Vulcano e alle 21:00 a Lipari.

Per il ritorno, il traghetto da Lipari è alle 07:10 e l’arrivo a Napoli è alle 14:00. L’arrivo alle 07:20 a Vulcano, alle 07:50 a Salina, alle 08:20 a Panarea, alle 08:55 a Stromboli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *