Come fare una nota di credito

Cos’è una nota di credito e come possiamo realizzarla? Leggi tutto in questo articolo.

Se sei capitato in questo articolo sei sicuramente alla ricerca di informazioni su come realizzare una nota di credito e magari ti starai anche chiedendo quando è necessario farla e cosa è. Partiamo subito alla spiegazione in questo articolo di questo specifico documento fiscale che ti aiuterà a tenere in perfetto ordine la tua contabilità. Non preoccuparti se non hai voglia di cimentarti nella realizzazione delle note di credito puoi affidarti ad un gestionale magazzino che lo faccia al tuo posto e che aggiorni costantemente anche il tuo inventario di negozio.

Che cos’è una nota di credito

Una nota di credito è un documento fiscale necessario ogni volta che si ha bisogno di modificare l’importo dell’imponibile presente in fattura. È possibile che per un errore o un ripensamento di un cliente sia stato necessario apportare delle modifiche ad una fattura già emessa, ad esempio il problema potrebbe essere aver inserito in fattura più prodotti del necessario o aver ricevuto indietro dei prodotti da parte di un cliente. Non potendo modificare la fattura già effettuata e contabilizzata l’unica cosa che possiamo fare è una nota di credito. Il documento serve perciò ad accertare il rientro del prodotto e il cambio di imponibile su una fattura emessa.

Perché è importante emettere note di credito?

Emettere una nota di credito è importantissimo per ogni azienda. Infatti ogni anno un’azienda di piccolo, medie o grandi dimensioni paga l’aliquota e le tasse sul suo fatturato. Se su una fattura è presente un importo di 500 euro per la vendita di un condizionatore ma noi abbiamo fatto un errore e magari il prodotto era in offerta a 300 euro perciò il cliente ha pagato quest’ultimo importo, se non c’è una nota di credito che stabilisce l’errore commesso noi andremo a pagare le tasse di quella fattura sui 500 euro emessi anche se poi effettivamente non li abbiamo percepiti. È importante perciò tenere tutto in regola non solo per non pagare tasse in eccesso ma anche per avere una contabilità perfetta.

Come viene realizzata la nota di credito?

La nota di credito è facilmente realizzabile. Il modello è identico a quello della fattura, segue però una numerazione tutta sua ed indipendente. L’unica differenza troveremo che anziché trovare scritto fattura n°.. del.. troveremo nota di credito n°… del … . Per farla perciò non ci vuole moltissimo impegno, al suo interno nella descrizione dobbiamo inserire la fattura a cui si fa riferimento e l’importo correttamente stornato al cliente così che vagliando i due documenti qualsiasi contabile saprà che su quella determinata fattura, riprendendo l’esempio di prima, abbiamo percepito 300 euro anziché 500. Per facilitarci il lavoro e conservare i documenti in modo impeccabile possiamo scegliere un software gestionale per aziende. Questi software permettono di elaborare tutto ciò che ci occorre comprese le note di credito in pochissimi click. Inoltre terranno la contabilità ordinata e conservata perfettamente per poter recuperare quello che ci occorre ogni volta che ne abbiamo bisogno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *