Perché appassionarsi al carpfishing!

Carpfishing: cos’è e perché sempre più persone scelgono di praticarla

Siete amanti della pesca? Cos’è che più di ogni altra cosa vi piace della vostra passione? E’ forse la possibilità di trascorrere delle ore in piena tranquillità, nel mezzo della natura selvaggia?

O forse l’eccitazione crescente ogni qualvolta vedete la lenza muoversi verso il basso? Effettivamente la pesca è proprio questo: il perfetto equilibrio tra il relax più puro, scandito da momenti concitati che hanno il loro epilogo nella cattura della preda.

Siete alla ricerca di un tipo di pesca stimolante che possa avvenire nel pieno rispetto dell’ambiente e della preda? Oppure siete dei neofiti e state decidendo di dedicarvi a quest’hobby piacevole? Il carpfishing potrebbe essere quello che fa per voi!

In parole povere si tratta di praticare delle sessioni di pesca che possono durare da qualche ora a diversi giorni, con lo scopo di catturare principalmente le carpe.

Cosa differenzia il carpfishing dalla pesca tradizionale

Bisogna però iniziare con il dire che si tratta di un tipo di approccio alla pesca piuttosto diverso da quello più “tradizionale”, per diversi aspetti.

Il primo che possiamo menzionare è legato alla pratica di rilasciare il pesce dopo che questo viene catturato. Si, avete capito bene… Trattandosi di un tipo di pesca sportiva, non viene effettuata con lo scopo di rivendere o di portare a casa il pesce come “bottino”.

Tutto quello che faremo, una volta catturata la nostra bella carpa, sarà fare una foto ricordo e poi restituirla al suo ambiente. Le carpe sono dei pesci di acqua dolce che possono raggiungere pesi e dimensioni piuttosto importanti.

Questo non farà che accrescere il piacere della loro cattura, vista la gioia atavica del pescatore collegata alla grandezza della preda appena presa all’amo.

Viene spesso utilizzata la tecnica della pastura per attirare pesci in una zona “vergine”. A questo proposito possono essere impiegate le stesse boilies che vengono collegate all’amo.

Le boilies altro non sono che delle palline composte da diverse farine ed uova, a cui vengono aggiunti degli aromi particolari che dovrebbero attirare il pesce. Possono essere acquistate in un qualsiasi negozio di articoli di pesca, ma possono essere anche fabbricate in casa.

Con l’esperienza si può infatti imparare a preparare delle boilies specifiche in base al tipo di fondale, agli altri pesci presenti, alla corrente e ad altri fattori che un buon pescatore imparerà a riconoscere.

Così come possiamo dedurre, l’attrezzatura di cui dovrebbe disporre un carpista dovrebbe essere adeguata alle peculiarità tipiche del carpfishing.

Per fare un esempio, le carpe sono dei pesci piuttosto agili e forti che, come dicevamo, possono raggiungere anche pesi e dimensioni considerevoli. Ecco perché è necessario utilizzare canne da pesca per il carpfishing, ideate appositamente per essere più resistenti ed elastiche.

La propensione al campeggio è un’altra qualità molto importante, per godere appieno l’esperienza di vivere il contatto con la natura nella sua essenza più pura. Sono poche le attività più rigeneranti e rilassanti. Che altro dire? Buona pesca a tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *