Itinerario turistico nella Sicilia orientale

Sicilia orientale: arte, storia e paesaggi incantevoli

La Sicilia è una delle regioni che riesce a combinare alla perfezione paesaggi di mare incantevoli, arte, cultura, architettura e buon cucina. Si tratta di un’Isola incantevole molto varia.

Spostandoci lungo la costa possiamo osservare come i paesaggi cambiano e con esse anche le caratteristiche principali delle città.
Oggi parliamo di alcune delle attrazioni maggiori presenti sul lato orientale della Sicilia.

Partiamo da Taormina. Gli scorci offerti da questa città sono letteralmente mozzafiato. In particolare, l’anfiteatro greco-romano, offre una visuale sulla costa a dir poco spettacolare. Questa antica struttura è ancora in funzione.

Se ne abbiamo l’occasione, pertanto, non esitiamo a godere di uno spettacolo all’aperto in questa cornice da favola.
Il corso e le strade cittadine sono popolata da artisti di strada e musicisti di ogni genere. I locali e le pasticcerie tipiche renderanno ancora più piacevole il nostro soggiorno.

Non lontana dalla costa possiamo ammirare l’Isola Bella. Si tratta di un’isoletta che è anche una riserva naturale, attorniata da acqua cristallina.

Le gole di Alcantara sono una della attrazioni turistiche naturali più belle. Si tratta di gole naturali scavate nella roccia lavica da un ruscello. Hanno la particolarità di diventare particolarmente strette ed alte in alcuni punti.
Vengono organizzate delle escursioni in cui, forniti di muta, casco e giubbino galleggiante, potremo risalire il ruscello attraverso il Canyon, per poi lasciarsi trasportare placidamente dell’acqua fino a valle.

Siracusa è una delle città più importanti dal punto di vista storico. L’isola di Ortigia è la parte più antica della città. Oggi è ricca di viuzze e di vicoli pieni di negozietti tipici nei quali fare lunghe e piacevoli passeggiate.
La città è sede di catacombe risalenti all’età cristiana.

Da visitare assolutamente sono anche le Latomie. Si tratta cave naturali nella roccia che venivano utilizzate come celle per i prigionieri. La più celebre è la Latomia del “Paradiso”, che ospita l’Orecchio di Dioniso. Secondo la leggenda, il Tiranno di Siracusa sfruttava la particolare conformazione di questa grotta, che ricreava delle condizioni acustiche eccezionali, per ascoltare i discorsi dei suoi prigionieri.

Catania è l’altra città più importante della costa orientale. Il suo centro storico, che è entrato a far parte dei siti riconosciuti dall’Unesco come patrimonio dell’umanità, è ricco di bellezze architettoniche.
Nella Piazza Duomo ci accoglierà l’elefantino simbolo della città, “O Lotriu”, che secondo i più superstiziosi è il portafortuna magico che protegge la città dalle eruzioni dell’Etna.

La cattedrale di Sant’Agata, interamente rivestita in marmo di Carrara, con la sua imponenza testimonia l’attaccamento dei catanesi per Sant’Agata, la santa patrona della città.

Una menzione particolare la merita il mercato del pesce di Catania una delle zone più movimentate e colorate della città. Non si tratta di un mercato per i turisti. Permette pertanto di avere un’idea realistica della quotidianità tipica della città.

Raggiungere una qualsiasi di queste destinazioni dall’aeroporto di Catania è piuttosto semplice grazie ai maxi taxi. Possiamo trovare il trasporto più adatto a noi sul sito https://www.taxicataniaairport.com/.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *