Cosa ci vuole per aprire un bar di successo?

Perché amiamo i bar

Una delle attività imprenditoriali più promettenti e che non conosce crisi è quella del bar. Nonostante i periodi di crisi, sembra che le persone non possano proprio rinunciare ad una sosta nel loro locale di fiducia, una sorta di oasi dalla vita frenetica che si conduce, un luogo intimo che il cliente tende con il tempo a considerare un po’ anche il suo.

Aprire e saper gestire un bar di successo non è cosa semplice. Ci sono tutte una serie di considerazioni che bisogna fare per evitare che il nostro sogno imprenditoriale si trasformi in un flop. In questo articolo parleremo delle valutazioni più importanti da fare per portare al successo il nostro bar.

Scelta della posizione

Scegliere un locale in affitto al centro è sicuramente una scelta che sulla carta ci spiana la strada verso il successo. A volte succede che delle attività che non sono poi tutto questo granché si ritrovano ad avere successo proprio perché si trovano in un punto strategico, una zona di passaggio e con una certa affluenza.

Naturalmente anche i costi di gestione legati ad un locale al centro sono maggiori. Per questo motivo potremmo provare a metterci nei panni delle persone e ad a valutare anche le nuove zone di tendenza che non sono ancora state conquistate da altri competitors.

Scelta del personale

Il ruolo del barman non è per tutti. Dietro il banco dovrebbe esserci qualcuno in grado di leggere i clienti, di capire quando è il momento di chiacchierare e quando un cliente vuole godersi il servizio senza disturbo. Inoltre il barman deve essere a conoscenza della strumentazione necessaria e dei principali cocktail, in modo da non dover mai dire al cliente che non è in grado di realizzare una bevanda.

Potrebbe essere utile seguire un corso barman Roma in grado di fornire delle ottime basi per soddisfare al meglio i clienti. Assicuriamoci che anche il resto dello staff si mostri cordiale e collaborativo per rendere l’ambiente un posto familiare ed accogliente.

Focalizzarsi sui punti di forza

Chiediamoci a cosa vogliamo puntare, quali saranno i nostri punti di forza. Vogliamo diventare il punto di riferimento sulla caffetteria, con delle colazioni abbondanti e spettacolari? Oppure vogliamo puntare sui cocktail o gli aperitivi? Capire quali sono i punti di forza su cui focalizzarsi sarà il punto di partenza per capire dove lavorare.

Diversificazione

Un locale uguale a tutti gli altri difficilmente si farà amare. Creare un locale che abbia la propria identità ben definita, che si riconosce nello stile e nell’arredamento ci porterà a distinguerci dagli altri ed a rafforzare la brand identity, e spingerà le persone ad affezionarsi al nostro stile unico, a riconoscerlo facilmente e ad identificare il nostro bar come meta ideale per la propria pausa caffè o per bere qualcosa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *