Visitare Macao: ecco alcune tappe che non potete perdere

Avete in programma un viaggio in Cina e, nello specifico, a Macao? Allora ci sono alcuni luoghi che non potete assolutamente non visitare, altrimenti avreste fatto un viaggio “a vuoto”. Macao viene spesso ribattezzata come la “Las Vegas dell’Oriente”. Il motivo è davvero molto semplice, anche se questa ex colonia del Portogallo offre anche altre sorprese a tutti i visitatori.

Quando si parla di Macao, il primo riferimento non può che essere quello verso il gioco d’azzardo. Il Venetian Casino è, senza ombra di dubbio, quello più bello di tutto il pianeta, stando a quanto sostenuto dalla maggior parte degli addetti ai lavori. È vero, però, che al giorno d’oggi anche le piattaforme d’azzardo che si sono moltiplicate sul web offrono un’esperienza di gioco davvero molto simile rispetto a quella che si vive nei casino reali. Scegli il tuo sito preferito per giocare in modo sicuro al bingo online e poi divertiti usando dei numerosi bonus che vengono messi a disposizione per i nuovi utenti.

Macao, quanti legami con il Portogallo

È interessante notare come a Macao siano rimaste diverse tradizioni portoghesi. Ad esempio, la lingua, così come lo stile architettonico di vari edifici, ma anche la gestione dei giardini pubblici, che rappresentano un vero e proprio mix tra i bonsai e una fauna di stampo decisamente più orientale. Definire Macao un vero e proprio incrocio di culture e tradizioni, quindi, non è affatto sbagliato.

Oltre al Venetian Casinò, un altro luogo da visitare a tutti i costi è la Cattedrale di San Paolo: purtroppo è rimasta solo la facciata anteriore, ma si tratta della prima chiesa gesuita che è stata realizzata in terra cinese. La costruzione avvenne nel XVII secolo, mentre la distruzione si è verificata nel 1835 per colpa di un incendio. Nonostante si sia conservato pochissimo dell’antico edificio, intorno a quel che resta della cattedrale ci sono sempre centinaia di turisti.

La Torre di Macao è un’altra meravigliosa attrazione da non perdersi. Si può considerare il picco più alto della modernità in questa città. Nel caso in cui doveste soffrire di vertigini forse non è il luogo più adatto, ma certamente propone una vista spettacolare: al suoi interno ospita pure un ristorante girevole che dà proprio sulla parete esterna dell’edificio, in cui c’è la possibilità di fare una pazzesca passeggiata godendosi un panorama mozzafiato.

Il tempio di A-Ma e il Museo del Grand Prix

Una tappa imperdibile è il tempio di A-Ma, al cui interno si sono succeduti numerose religioni cinesi. Il tempio venne realizzato nel XVI secolo per rendere omaggio all’omonima dea dei marinai. Anche in questo caso, la visita è completamente gratuita.

Per gli appassionati delle due ruote, invece, il Museo del Grand Prix è un’attrazione imperdibile. Al suo interno si possono ammirare oltre 30 mostre con diverse moto da competizione e dei cimeli che non hanno eguali in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *